domenica, Dicembre 4, 2022
No menu items!

L’attore di “SuperFly” Kaalan Walker è stato condannato a 50 anni di carcere

Kaalan Walker, un rapper di Los Angeles di 27 anni che ha recitato in film di Hollywood di alto profilo, è stato condannato lunedì a tra i 50 anni e l’ergastolo per vari crimini sessuali contro quattro donne e tre adolescenti, secondo il City News Service della California meridionale.

Una giuria di Van Nuys il 18 aprile aveva condannato Walker per molteplici conteggi di stupro forzato, rapporti sessuali illegali con un minore e stupro di una vittima ubriaca e aggressione con l’intento di commettere rapporti orali.

Il vice procuratore distrettuale di Los Angeles Cynthia Wallace ha detto questa settimana al City News Service che Walker era “veramente un predatore”. Il giudice della Corte superiore Joseph Brandolino ha ordinato all’attore di registrarsi come molestatore sessuale per il resto della sua vita. Walker era stato dichiarato non colpevole di un conteggio di penetrazione digitale e due di stupro forzato.

Walker ha recitato al fianco di Daniel Craig e Halle Berry nel film “Kings” del 2017 ed è apparso in “SuperFly” nel 2018, secondo Deadline . Fu arrestato quello stesso anno e rilasciato su cauzione di 1 milione di dollari mentre le autorità conducevano un’indagine, ha riferito il Los Angeles Times .

I pubblici ministeri hanno affermato che Walker ha preso di mira aspiranti modelli su Twitter e Instagram tra il 2013 e il 2018, dicendo che potrebbe dare impulso alle loro carriere e aiutarli a incontrare celebrità. Ha commesso i suoi crimini dopo aver ottenuto la loro fiducia e averli presi da soli, solo per la sua traccia cartacea digitale per corroborare le loro lamentele.

LEGGI  Le foto più belle di Francesca Brienza

“Questo accade dal 2017”, ha scritto su Instagram ad aprile la vittima Sydney Stanford, che ha ricevuto il supporto vocale dal cantante Kehlani. “Sembrava un incubo senza fine. Sono in modalità sopravvivenza da 5 anni. Finalmente è finita. Possa questo essere il tuo promemoria che la giustizia È possibile”.

LEGGI  Leni, ecco la figlia di Flavio Briatore e Heidi Klum che lui non ha mai riconosciuto (FOTO)

“[I] non ho dimenticato chi ha incolpato la vittima quando è uscito questo”, ha detto Kehlani dopo il verdetto di primavera . “Non ho dimenticato chi ha abbattuto le vittime di aggressioni sessuali quando è uscito questo. Non ho dimenticato quali blogger, quali blog e quali piattaforme sentivano di dover giocare in modo neutrale e dare una piattaforma a uno stupratore”.

Andrew Flier, l’avvocato di Walker, ha detto al processo che i querelanti stavano insieme cercando vendetta per mettere Walker in un “incubo vivente”. Ad aprile ha detto a USA Today che intendeva presentare ricorso contro la condanna e che Walker “non ha ricevuto un processo equo”.

Fardghassemi ha detto durante il processo che nessuna delle vittime si conosceva prima di farsi avanti, tuttavia, e che “l’unica cosa che unisce tutte queste donne è l’imputata Kaalan Walker”.

Walker è in custodia dopo la sentenza di lunedì e dovrà tornare in tribunale il 27 maggio.

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA:

I più visti della settimana: