Una coppia pianta 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema

Dal 1990, la razza umana ha distrutto oltre 129 milioni di ettari di foresta. Questa è un’area totale di terra all’incirca delle stesse dimensioni del Sudafrica. Ogni anno un’area delle dimensioni di Panama viene persa a causa della deforestazione. Ciò produce una quantità significativa di emissioni di gas serra che favoriscono il problema e allontanano gli habitat e le specie naturali. Sta peggiorando, non migliorando e dobbiamo apportare un cambiamento immediato se vogliamo sostenere questo pianeta che condividiamo tutti.

Un fotografo brasiliano di nome Sebastião Salgado e sua moglie Lélia Deluiz hanno deciso di iniziare a fare la differenza mostrando cosa può fare un gruppo appassionato di persone dedicate e laboriose se lavorano insieme con lo stesso obiettivo in mente.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

Sebastião è tornato dopo aver fotografato il genocidio ruandese negli anni ’90, esausto sia fisicamente che emotivamente dopo aver documentato l’orribile calvario. È tornato nella sua casa natale in Brasile, che un tempo era bellissima, rigogliosa e verde, per vederla completamente priva di vita a causa della deforestazione. Non c’era fauna selvatica, niente alberi, niente.

Sua moglie credeva che la terra potesse essere riportata al suo antico splendore. “La terra era malata quanto me – tutto era distrutto” ha affermato Sebastião. Decisero di ripiantare la foresta albero per albero e lentamente gli insetti, gli uccelli e i pesci tornarono. “Grazie all’aumento degli alberi sono rinato anch’io, questo è stato il momento più importante”.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

Sebastião e Lélia hanno fondato l’Instituto Terra , una piccola organizzazione che ha piantato 4 milioni di alberelli e riportato in vita la foresta. Studiano il terreno per piantare gli alberi nativi. Gli alberi autoctoni assicurano che gli animali apprezzeranno l’area e torneranno.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

Facendo in modo che solo le piante autoctone vengano restituite alla terra, l’area è assolutamente fiorita in soli 20 anni. La fauna selvatica è tornata e uccelli e insetti riempiono l’aria di rumori.

Sono tornate oltre 172 specie di uccelli, 33 specie di mammiferi, 293 specie di piante, 15 specie di rettili e 15 specie di anfibi. Un intero ecosistema è stato ricostruito da zero da una manciata di persone.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

La differenza è assolutamente mozzafiato.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

Questo imponente progetto ha ispirato milioni di persone dimostrando quanto può cambiare in un breve lasso di tempo se si ha l’atteggiamento giusto.

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

L’aria è molto più pulita, la vista è incredibile, la zona è fiorente!

Un uomo e sua moglie piantano oltre 2 milioni di alberi in 20 anni per salvare un intero ecosistema dalla morte

“Dobbiamo ascoltare le parole delle persone sulla terra. La natura è la terra e sono altri esseri e se non avremo una sorta di ritorno spirituale sul nostro pianeta, temo che saremo compromessi. Dichiarò Salgado.

Quello che hanno fatto i Salgado è a dir poco sorprendente e dimostra che abbiamo ancora speranza per la nostra casa. Non abbiamo fatto altro che abusare e accorciare la nostra sostenibilità qui su questa roccia che siamo così fortunati ad avere. Se lavoriamo insieme con un atteggiamento motivato e sano, possiamo riportare la nostra terra a prosperare. Sento che è importante che dobbiamo aumentare la consapevolezza e lavorare insieme per ottenere piccoli impatti per avere alla fine un impatto maggiore.

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA: