giovedì, Dicembre 8, 2022
No menu items!

Milla Jovovich è nello show Netflix “Resident Evil”?

Ogni franchising ha la sua stella. Fast and Furious ha Vin Diesel, Scream ha Neve Campbell e la serie di film di Resident Evil ha Milla Jovovich. Quest’ultimo franchise cinematografico è nato dall’amata serie di videogiochi survival horror Capcom con lo stesso nome, incentrata su un’epidemia virale che crea zombi mortali. Dei sette film adattati, l’attrice ucraina ha recitato in sei di loro, il primo uscito 20 anni fa. Siamo realisti, quell’abito rosso con la giacca di pelle è iconico, davvero.

Non solo, ma i legami di suo padre con la sporca azienda farmaceutica Umbrella Corporation e la tragedia che ha afflitto sua sorella, Billie (Siena Agudong/Adeline Rudolph), continuano a perseguitarla. Ma aspetta, dove entra in gioco Milla Jovovich? Discutiamone.

Ma il fascino degli zombi apocalittici è apparentemente senza tempo, poiché Netflix ha pubblicato il suo adattamento della serie Resident Evil il 14 luglio 2022. Dallo showrunner Andrew Dabb ( Supernatural ), Resident Evil si concentra su Jade Wesker (Ella Balinska) mentre combatte per vivere in un mondo contagioso infestato da zombi nel 2036.

LEGGI  Arma Letale 5 è stato confermato, è sarà il capitolo finale

L’attore di “Resident Evil” di Netflix, Lance Reddick, vuole che Milla Jojovich riprenda il suo ruolo iconico.

Sebbene fosse il volto dei film di Resident Evil di Paul WS Anderson , Milla Jojovich non ha un ruolo nella prima stagione dell’adattamento Netflix. Ma Lance Reddick ( Fringe ).— che interpreta Albert Wesker — vuole cambiarlo.

“Sento che sarebbe davvero interessante vedere se e come il suo personaggio potrebbe entrare in questa serie”, ha detto a ComicBook.com .

Anche se siamo totalmente d’accordo con Lance, prenderemo ciò che ha da dire sulla serie con le pinze. Secondo quanto riferito, sapeva a malapena dell’esistenza dei videogiochi quando è entrato nel progetto. Senza offesa, Lance. “Per anni ho sempre pensato che i film [di Resident Evil ] fossero cose a sé stanti. Non ho mai saputo che fossero collegati a qualcosa”, ha spiegato.ùNon sapevo davvero nulla di Albert Wesker quando è nato questo progetto. Ciò che mi ha attratto del progetto è stata la scrittura sulla pagina”. È giusto, l’artigianato è importante. Ma devi sapere qualcosa sui videogiochi per goderti la serie?

LEGGI  L'evoluzione di Batman e Superman nel corso dei decenni (INFOGRAFICA)

Andrew Dabb ha spiegato perché non devi avere familiarità con i videogiochi “Resident Evil” per guardare il suo spettacolo.

Lo showrunner Andrew Dabb lo ha presentato a Tudum di Netflix . Afferma: “Non devi per forza avere familiarità. Se lo sei, ci sono delle uova di Pasqua lì dentro e alcune cose che penso dirai, ‘Oh wow, è una cosa interessante da esplorare.’ Oppure, “Oh, in un certo senso sappiamo cosa accadrà in base a quello”. Ma se non lo sei, non importa”.

LEGGI  Ant-Man and the Wasp, ecco tante clip inedite mai viste prima

Andrew continua: “Lo paragono a qualcosa come Il Trono di Spade , per esempio. Se leggevi i libri, lo spettacolo era più ricco. Se non avevi letto i libri, era comunque un grande spettacolo. Se giocavi al giochi, spero che lo spettacolo sia più ricco. Se non hai mai giocato ai giochi, nessun problema, divertiti e spero che giocherai i giochi dopo averlo visto perché sono grandi giochi”.

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA:

I più visti della settimana: