licia colo rai la7

Licia Colò, ai nastri di partenza su La7 con il nuovo ciclo di puntate di Eden, al via in prima serata sabato 9 gennaio, non le manda a dire. D’altronde, ammette di avere “un caratteraccio, molti difetti”, ma anche una qualità:

“Sono trasparente (…) infatti mi hanno cacciata dalla Rai. Del resto, se trovi persone che non apprezzano la tua trasparenza, poi ne paghi il prezzo. Con il senno di poi, posso dire di non essere stata molto furba”

dichiara la conduttrice al Messaggero. Il riferimento dovrebbe essere alla cacciata da Rai 3 nel 2014, quando l’allora direttore di rete Andrea Vianello le tolse il suo “marchio” storico, Kilimangiaro, relegandola ai margini fino all’esclusione definitiva dalla TV di Stato. Divergenze, incomprensioni e un addio forzato di cui dice di non essersi mai pentita:

LEGGI  Le dichiarazioni shock di Demi Lovato nel documentario sulla sua vita (VIDEO)

“Avevo cinquant’anni, e uno a quell’età può anche rischiare di dire quello che pensa. Non l’ho fatto da persona ignorante, ho detto come la pensavo e sapevo che avrei potuto pagarne il prezzo“.

Ricordiamo, però, che la Colò è tornata in Rai nel 2018 con Niagara su Rai 2. Una sorta di toccata e fuga, dal momento che la sua esperienza si è esaurita dopo sei puntate. Il presente è comunque La7 con la seconda stagione di Eden – Un Pianeta da Salvare, girato in condizioni per ovvie ragioni complicate:

LEGGI  Katie Price sfoggia un iPhone in oro rosa 24 carati tempestato di diamanti

“Anche se abbiamo una troupe ridotta rispetto ad Alberto Angela o Roberto Giacobbo, viaggiare era complicato anche per noi. Quindi in questa edizione abbiamo dato più spazio all’Italia: abbiamo fatto di necessità virtù”.

Potrebbero interessarti

LEGGI  Canali digitali che non si vedono: tra poco toccherà a Mediaset