martedì, Novembre 29, 2022
No menu items!

Le iene: 10 fatti dietro le quinte sul cult di Quentin Tarantino

Prima di diventare uno dei nomi più acclamati e riconoscibili di Hollywood , Quentin Tarantino era un umile impiegato di una videoteca che assorbe i film come l’ossigeno e si immerge nel linguaggio universale del cinema. Ciò che ha cambiato la traiettoria della carriera di Tarantino è stato Reservoir Dogs del 1992 , l’eccezionale primo film dello scrittore / regista preferito dai cult che ha aperto la strada al suo eccellente secondo lungometraggio, Pulp Fiction, ovvero il venerato capolavoro che ha lanciato questo giovane regista nella superstar di Hollywood.

Si è detto molto sulla realizzazione di questo amato classico cult indie, in particolare perché è passato dall’essere un umile indie a uno dei film preferiti dei primi anni ’90. Analizziamo alcuni fatti dietro le quinte circa introduzione celebre di Quentin Tarantino, Le iene .

(Questo articolo contiene spoiler di Le Iene !)

Il cast di Reservoir Dogs

Le Iene era quasi un gioco invece che un film

Anche per gli standard di Quentin Tarantino, Reservoir Dogs è un film molto il dialogo-driven. Mentre ci sono momenti esplosivi di azione e violenza visti in tutto, sono le conversazioni che guidano il film. Tarantino è uno scrittore di eccezionale talento con un buon orecchio per le discussioni sulla cultura pop. Se non fosse stato così talentuoso come uno scarabocchio, il film non avrebbe guadagnato così tanti spettatori fedeli come negli ultimi decenni.

Abbastanza sicuro, a un certo punto, quando le prospettive di trasformare Le Iene in un film non erano così assolute, Tarantino ha discusso di renderlo un gioco . Certamente, è facile vedere come si sarebbe tradotto sul palco con relativa facilità, specialmente con la storia in gran parte centralizzata in un unico luogo. Ahimè, mentre Tarantino ha assicurato di avere una buona interpretazione in lui, è un regista. Quindi, ha fatto un film.

La scena di ballo di Mr. Blonde è stata improvvisata

le iene scena di ballo

Indubbiamente la scena più memorabile in Le Iene arriva a metà del film, quando Michael Madsen, nei panni di Mr.Bionda, tortura un poliziotto di nome Marvin Nash (Kirk Baltz), lasciandolo un orecchio in meno mentre viene anche inzuppato di benzina prima che Blonde venga sparato a Morte.

Parte di ciò che rende la scena così memorabile, al di là della rimozione delle orecchie, è l’eccentrico numero di ballo di Madsen in “Stuck in the Middle With You” di Stealer Wheel. È una scena che, sebbene controversa, influenzerà enormemente la carriera di Tarantino negli anni a seguire. Ecco perché è sorprendente sapere che la scena di ballo di Mr.Blonde è stata improvvisata, secondo Madsen . Anche se la sceneggiatura lo richiedeva di “ballare maniacalmente”, non è mai stato chiaro cosa significasse. Quindi, le mosse di Madsen sono state inventate sul posto e Tarantino ha usato la sua prima ripresa per questa scena di danza.

Michael Madsen, Harvey Keitel, Steve Buscemi - Reservoir Dogs

Il titolo (presumibilmente) è venuto da un cliente di un negozio di video

Anche se il film si avvicina al suo 30 ° anniversario, non c’è ancora alcun significato confermato per “cani da serbatoio”. L’ambiguità gioca nel fattore cool del film. Il pubblico può inventare qualsiasi significato desideri e, nel loro headcanon, può essere accurato. Ma dove ha inventato il titolo Quentin Tarantino?

Questo po ‘di curiosità è stato spesso ipotizzato, anche se lo scrittore / regista riferito si avvicinò con il Titolo del film inconoscibili grazie ad un cliente informato male a Video Archives, il negozio dove lavorava in precedenza. Durante i suoi primi giorni dietro il bancone, dove il futuro regista consigliava titoli stranieri o d’autore a potenziali clienti, Au Revoir Les Enfants di Louis Malle era confuso per Le Iene . Il titolo falso è rimasto con Tarantino, in particolare mentre metteva insieme il suo primo lungometraggio, perché sembrava fantastico. Certo, è un bel titolo.

La rapina non è stata mostrata per motivi di budget

le iene rapina

Anche se 1,2 milioni di dollari sono certamente una grossa mazzetta di denaro, non è un sacco di soldi per fare un film. Soprattutto uno pieno di battiti d’azione iper-violenti come questo, devi assaporare ogni dollaro che ti viene lanciato, il che significa che Reservoir Dogs ha bisogno di restrizioni di budget.

Uno degli aspetti più degni di nota di Le Iene è che si tratta di un film di rapina senza rapina. Bene, c’è una rapina, ma accade completamente fuori dallo schermo. Per la maggior parte dei registi, soprattutto per i neofiti, questa sarebbe una ricetta per il disastro. Per Tarantino, ha giocato a suo favore, permettendogli di giocare con il suo formato di narrazione non convenzionale e il dramma guidato dai personaggi. La rapina non è stata mostrata per ragioni di budget, a quanto pare, ma agli occhi di Tarantino, ha sempre pensato che questa decisione fosse molto più interessante.

LEGGI  Lightyear: rivelata la data di uscita su Disney+

A un certo punto il motivo per non mostrare la rapina potrebbe essere stato di bilancio. Ma mi è sempre piaciuta l’idea di non vederlo mai, e l’ho mantenuto. Sebbene non sia esattamente Rashomon , hai un’idea delle diverse prospettive dei personaggi quando parlano di quello che è successo. Per la prima metà, ti chiedi se vedrai mai la rapina. Nella seconda metà, ti rendi conto che il film parla di altre cose.

Tony Scott originariamente voleva dirigerlo

Le Iene è il film che ha dato il via alla carriera di Quentin Tarantino come regista in anteprima, in particolare con il magistrale Pulp Fiction che seguì poco dopo. Ma in un altro universo, Tarantino non l’ha diretto affatto.

LEGGI  Lightyear: rivelata la data di uscita su Disney+

In effetti, all’inizio degli anni ’90, un giovane Tarantino era in contatto con il tragicamente scomparso Tony Scott , che aveva letto le sue sceneggiature per True Romance e Le Iene . Mentre Scott alla fine ha continuato a dirigere il primo nel 1993, è stato il secondo che inizialmente ha cercato di fare . Purtroppo, il futuro regista era protettivo nei confronti di Le Iene , in particolare perché si assicurava i finanziamenti per questo primo lungometraggio. Mentre Scott ha sicuramente fatto un ottimo lavoro portando True Romance sullo schermo (anche se il regista di Top Gun ha rimosso il formato narrativo non lineare dalla sceneggiatura di Tarantino), è difficile sapere se avrebbe superato la direzione di Tarantino nella sua Sceneggiatura di Le Iene .

Secondo quanto riferito, Quentin Tarantino ha scritto il ruolo di Mr. Pink per se stesso

Quentin Tarantino ha una grande testa sulle spalle. Il regista in genere non si accontenta di rimanere rigorosamente dietro la telecamera . Anche se non si lancia in ruoli da protagonista, di solito c’è una piccola parte che interpreterà nei suoi film, che si tratti di un cameo vocale ( Jackie Brown ) o di un personaggio esteso sulla telecamera ( Pulp Fiction ), per soddisfare il suo ego. Pertanto, non è particolarmente sorprendente apprendere che Mr. Pink, il personaggio interpretato da Steve Buscemi nel film, è stato scritto pensando allo stesso Tarantino.

Tuttavia, dopo aver visto l’audizione di Buscemi, Tarantino si è reso conto che questo ruolo alla fine sarebbe stato servito meglio dall’attore professionista, mentre lo stesso regista ha accettato il ruolo di Mr.Brown. In effetti, mentre Tarantino immagina ruoli importanti per se stesso come sceneggiatore energico, sa cosa è meglio per i suoi film come regista affidabile, anche la prima volta.

Harvey Keitel ha pagato per ospitare sessioni di casting di New York, che è dove hanno trovato Steve Buscemi, Michael Madsen e Tim Roth

Harvey Keitel ha avuto un ruolo enorme nel plasmare Le Iene nel film che è oggi. Prima di essere coinvolto, il primo film di Quentin Tarantino doveva essere una produzione da $ 30.000 girata in bianco e nero 16mm con Tarantino e il produttore Lawrence Bender nel ruolo chiave. Ma Bender ha passato la sceneggiatura al suo insegnante di recitazione, la cui moglie l’ha data a Keitel. Lo ha amato così tanto che ha firmato come co-produttore, assicurando che il film ha raccolto più fondi . Pertanto, il budget era di $ 1,5 milioni. Ma quando Keitel ha suggerito che Tarantino e Bender andassero a New York City per la loro ricerca di casting, hanno esitato, sostenendo che non avevano i fondi. Pertanto, Keitel ha pagato per le sessioni di casting di New York , con conseguente Michael Madsen, Tim Roth e Steve Buscemiunendo l’immagine .

Il magazzino era in realtà un ex obitorio

magazzino iene film

Durante tutto il corso della Iene ‘tempo di esecuzione di 100 minuti, un sacco di corpi accumulano. I nostri personaggi principali non escono da questo film con le loro vite intatte, basti dire, ed è per questo che è giusto sapere che il magazzino che funge da sfondo principale per il debutto alla regia di Quentin Tarantino non è in realtà affatto un magazzino, ma , infatti, un ex obitorio .

LEGGI  Marvel e Disney non sapevano del cancro di Chadwick Boseman

L’ampio edificio è diventato uno sfondo adatto per i nostri personaggi sfortunati e, sebbene sia un posto non convenzionale per girare un film, si adatta perfettamente a questo. Inoltre, se ti capita di conoscere il luogo delle riprese, è anche un ambiente di presagio appropriato. Sfortunatamente, se stai cercando di visitare un pezzo di storia del cinema, sei sfortunato. Questo edificio abbandonato è stato demolito negli anni successivi Iene tiro rapido ‘. Adesso è un parcheggio.

La prima proiezione al Sundance è stata un “disastro”

È sempre un grande onore avere la prima del tuo film indipendente al Sundance Film Festival. Fondato nel 1978, l’evento incentrato sul film con sede nello Utah è una pietra miliare per alcuni dei più grandi ed esemplari indie degli ultimi decenni, e il debutto alla regia di Quentin Tarantino è uno dei film che ha contribuito a stabilire questo festival cinematografico come il luogo in cui le carriere promuovono e crescono e registi giovani e emergenti diventano alcuni dei più grandi nomi di Hollywood. Ahimè, mentre il Sundance ha avuto un ruolo fondamentale in Le Iene‘successo futuro, la prima proiezione del film è stata un leggendario disastro. È stato un processo complicato portare il film al festival, con la stampa finale, secondo quanto riferito, spedita solo tre giorni prima della sua prima proiezione, e il film è stato afflitto da una proiezione difettosa, luci che si comportano male e un’interruzione di corrente in un punto cruciale.

LEGGI  15 piccoli dettagli nei film Disney che non hai nemmeno notato

Secondo Tarantino, parte del problema era che il teatro non aveva un obiettivo per il proiettore, quindi il film non sembrava corretto fino in fondo. E da lì è peggiorato. Ecco cosa ha detto Tarantino :

Sarebbe già abbastanza brutto, ma poi si arriva al climax finale, dove tutti si urlano addosso nel capitolo finale, e all’improvviso si accendono le luci. E qualcuno si rende conto: “Oh cazzo, cosa sta succedendo”. Quindi abbassano le luci. Poi finalmente tutti hanno le pistole puntate su tutti gli altri e quasi, come se apposta, per quanto riguarda la suspense, proprio al culmine di quella scena c’è un’interruzione di corrente, e tutta la corrente si spegne. Quindi ho pensato, “OK, ecco com’è guardare il tuo film in pubblico”. È stato un fottuto disastro.

Wes Craven è uscito dalla sala durante la proiezione

Quentin Tarantino è stato aperto – a volte anche forse vanaglorioso – sull’elevato volume di spettatori che sono usciti dal suo primo film. La famigerata scena di tortura del film, sebbene non così grafica come alcune persone potrebbero supporre, non è nemmeno per gli schizzinosi, e trova il teatro con alcuni posti vuoti prima che sia finita.

Notoriamente tra le persone che sono uscite dal film durante questa controversa scena di tortura, tuttavia, non c’è altro che Wes Craven, il defunto regista horror dietro The Nightmare on Elm Street e The Hills Have Eyes , tra molti altri titoli prolifici. Ha infine deciso di skedaddle prima dei titoli di arrotolate su funzionalità di matricola di Quentin Tarantino, che solleticava l’Iene sceneggiatore / regista. Anche se ci sono forse diversi motivi per cui Craven è uscito dal teatro durante questa sequenza grafica, Tarantino l’ha preso con orgoglio .

Cinque persone sono uscite da quel pubblico, incluso Wes Craven. Il fottuto tizio che ha fatto Last House on the Left è uscito? Il ragazzo che ha fatto Last House on the Left , il mio film è troppo difficile per lui.

Inoltre, vale la pena notare che Tom Waits ha fatto un’audizione per interpretare un ruolo e Mr. Blue è stato interpretato da Edward Bunker, un ex criminale, che ha definito la sceneggiatura di Quentin Tarantino “irrealistica”. Quali sono i tuoi fatti divertenti preferiti sulla realizzazione di Le Iene ? Fateci sapere nella sezione commenti!

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA:

I più visti della settimana: