martedì, Dicembre 7, 2021
No menu items!

I primi 3 anni di Trump hanno creato 1,5 milioni di posti di lavoro in meno rispetto agli ultimi 3 di Obama

Mentre il presidente Donald Trump sale sul palco alla sua riunione di rielezione qui lunedì e si vanta del suo record economico, c’è una statistica che probabilmente tralascerà: ha creato 1,5 milioni di posti di lavoro in meno nei suoi primi tre anni in carica rispetto al predecessore Barack Obama ha fatto nei suoi ultimi tre.

I dati recentemente rivisti dal Dipartimento del Lavoro di Trump mostrano che 6,6 milioni di nuovi posti di lavoro sono stati creati nei primi 36 mesi del mandato di Trump, rispetto agli 8,1 milioni negli ultimi 36 mesi di Obama – un calo del 19% sotto Trump, secondo un HuffPost analisi.

Gli economisti affermano che il rallentamento della creazione di posti di lavoro non è sorprendente. Ci sono meno posti di lavoro vuoti e meno disoccupati disponibili per riempirli man mano che l’economia si avvicina alla piena occupazione.

LEGGI  Lando Buzzanca: “È caduto, ha un trauma cranico. Mi tengono lontana da lui"

“Non sono un grande fan del numero di posti di lavoro come misura del successo”, ha dichiarato Douglas Holtz-Eakin, un tempo consigliere economico della campagna presidenziale del defunto senatore dell’Arizona John McCain nel 2008. Ha aggiunto, tuttavia, che “l’iperbole” di Trump, nonostante, “le prestazioni del mercato del lavoro sono state a dir poco sbalorditive”.

David Rothschild, un economista di Microsoft Research, ha affermato che Trump sta presiedendo un mercato del lavoro dignitoso, lo stesso del suo predecessore democratico. “L’economia sta praticamente canticchiando negli ultimi tre anni, proprio come negli ultimi anni dell’amministrazione Obama”, ha detto Rothschild.

LEGGI  Corona virus, lavarsi le mani: il metodo corretto per essere sicuri (INFOGRAFICA)

Ciononostante, le statistiche ritengono che le frequenti affermazioni di Trump di aver voltato le spalle alla cattiva gestione dell’economia di Obama.

La Casa Bianca non avrebbe risposto alle nuove statistiche, ma il portavoce Judd Deere ha detto a HuffPost: “Il presidente Obama ha presieduto uno dei recuperi più lenti della storia mentre il presidente Trump ha infranto le aspettative con 5 milioni di posti di lavoro in più rispetto a quanto previsto dal (Congressional Budget Office ), un mercato azionario da record, una forte crescita salariale per gli operai e tassi di disoccupazione storicamente bassi. A causa della forza dell’economia di Trump, sempre più americani stanno uscendo dai margini per trovare lavoro, molti dei quali sono stati esclusi dalla cosiddetta ripresa di Obama “.

LEGGI  Disney+, settembre 2020: le nuove uscite da non perdere

Durante il suo discorso sullo stato dell’Unione della scorsa settimana al Congresso, Trump ha dichiarato: “Se non avessimo invertito le fallite politiche economiche della precedente amministrazione, il mondo non sarebbe ora testimone di questo grande successo economico”.

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA:

I più visti della settimana: