Chi interpreta Ronan in Guardiani della Galassia?

Con la saga di James Gunn che finalmente chiude il cerchio con l’uscita di “Guardiani della Galassia: Vol 3”, i fan diventeranno senza dubbio nostalgici per la sceneggiatura e la direzione uniche del regista dell’amato franchise MCU. La serie di film, ovviamente, è iniziata nel 2014 con l’originale “Guardiani della Galassia”, in cui un gruppo eclettico di disadattati si è riunito per fare proprio ciò che il titolo prometteva: essere Guardiani della Galassia.

Composto da Peter Quill-Star Lord (Chris Pratt), Gamora (Zoe Saldaña), Drax (Dave Bautista), Rocket (Bradley Cooper) e Groot (Vin Diesel), il primo formidabile nemico dei Guardiani nella trilogia è arrivato con il minaccioso signore della guerra Kree, Ronan l’Accusatore. Interpretato dall’attore di 6 piedi e 5, Lee Pace, l’imponente Ronan viene infine sconfitto da Star-Lord sotto forma di un ballo di fine anno, dove il leader dei Guardiani canta il classico dei Five Stairsteps, “Ooh Child”, alla fine della scena culminante della Battaglia di Xandar. L’esibizione improvvisata del successo di benessere del 1970 è così sconcertante per Ronan che distrae il supercriminale abbastanza a lungo in modo che Drax possa far esplodere il suo Warhammer per liberare la Power Stone racchiusa all’interno. Quando Star-Lord è in grado di proteggere la pietra e resistere al potere che emana, la rivolge a Ronan e lo fa saltare in aria.

Pace, ovviamente, indossa l’elaborato guardaroba e il copricapo di Ronan per tutto il film e il volto dell’attore è ulteriormente oscurato dal trucco blu del personaggio che è completato da grandi riflessi neri intorno ai suoi occhi viola, così come le sue guance e il mento. Sotto il volto cesellato di Ronan, tuttavia, c’è un attore molto riconoscibile la cui grande svolta è arrivata in una serie televisiva vincitrice di un Emmy Award nel 2007.

Pace ha interpretato Ned il creatore di torte in Pushing Daisies

Sembra quasi che il coinvolgimento di Pace nell’eccentrico mondo di “Guardiani della Galassia” fosse preordinato, data la natura del suo ruolo da protagonista nella vivace e colorata serie comica fantasy del creatore Bryan Fuller e del regista Barry Sonnenfeld, “Pushing Daisies”, su ABC da dal 2007 al 2009.

In “Pushing Daisies”, Pace interpreta Ned, un talentuoso creatore di torte con il dono di rianimare i morti con il suo semplice tocco – che è anche una sorta di maledizione poiché un’altra persona deve morire se la persona risvegliata vive più di un minuto. Ma quando Ned riporta in vita la sua amata d’infanzia assassinata, Charlotte “Chuck” Charles (Anna Friel), si trova di fronte a un vero e proprio dilemma di vita o di morte: se tocca una persona che ha riportato in vita, questa morirà. per sempre.

Mentre “Pushing Daisies” è durato solo due stagioni, il tempo di Pace nella serie continua a vivere sotto forma di ricordi luminosi della produzione e degli attori coinvolti, tra cui Kristen Chenoweth, Chi McBride, Ellen Greene e Swoosie Kurtz. “”Pushing Daisies” è qualcosa di cui sono così orgoglioso di aver fatto parte”, ha detto Pace a Looper in un’intervista esclusiva. “Che progetto unico è stato. Che cast unico. Che esperienza unica è stata. Segna un momento molto speciale nella mia vita, quindi non potrei essere più orgoglioso di averne fatto parte”.

The Elven Pace è andato a combattere nella Terra di Mezzo nella trilogia di The Hobbit

Molto prima che “Il Signore degli Anelli” fosse pubblicato come romanzo, c’era “Lo Hobbit”, e fortunatamente per il regista Peter Jackson, è stato in grado di esplorare la storia prequel sulla Terra di Mezzo con altri tre film fantasy su larga scala dopo il La trilogia di “Rings” ha fatto il suo blockbuster nei cinema. Pace è stato tra gli attori che hanno ottenuto un ruolo chiave in tutti e tre i film della trilogia de “Lo Hobbit”, dove ha incarnato il Re degli Elfi, Thranduil. Introdotto al pubblico anni prima nella trilogia de “Il Signore degli Anelli” c’era l’eroe, Legolas (Orlando Bloom), che fa parte del lignaggio di Thranduil come figlio del Re degli Elfi.

In un’intervista con , Pace ha detto di essere un fan delle creazioni di JRR Tolkien che ha iniziato a lavorare ai film, avendo letto “Lo Hobbit” da bambino e “Il Signore degli Anelli” da adolescente. Ovviamente all’epoca non sapendo che un giorno avrebbe interpretato Thranduil, Pace ha detto che avrebbe voluto “aver scattato un’istantanea della mia immaginazione per vedere come fosse diversa e come fosse la stessa”.

“Vorrei poter ricordare come ho immaginato la storia, come ho immaginato il mio personaggio, per esempio”, ha ricordato Pace. “Ora, è stato sostituito dal modo in cui Peter Jackson lo immaginava. La cosa che abbiamo inventato insieme al personaggio… è un processo così collaborativo che fa prendere vita a quel personaggio”.

Pace ha scavato facendo parte dell’ensemble della satira del film horror Bodies Bodies Bodies

Più di una dozzina di anni dopo il suo debutto nel film horror nel thriller horror del 2009, “Possession”, Pace è tornato nel genere con “Bodies Bodies Bodies”, un’uscita indipendente acclamata dalla critica con un cast corale che includeva Pete Davidson, Amandla Stenberg, e Maria Bakalova. Ambientato in una casa in una vasta tenuta costiera dove un ricco gruppo di donne sulla ventina sta organizzando una festa per l’uragano. Pace è l’uomo strano nei panni di Greg, un uomo molto più anziano che esce con una delle donne. La relazione di maggio-dicembre diventa l’ultima delle preoccupazioni di tutti, però, quando la potente tempesta mette fuori uso il potere e le persone alla festa iniziano a morire una per una.

Trasformandosi in un mistero di omicidio whodunnit – e in parte satira sociale che prende di mira i membri privilegiati e fuori dal mondo della Generazione Z – tutti alla festa sono sospetti in “Bodies Bodies Bodies”. Ma a differenza di un romanzo di Agatha Christie, “Bodies Bodies Bodies” diventa più sanguinoso, più sanguinoso e più sanguinoso man mano che più ospiti incontrano il loro macabro destino.

Il film ha guadagnato un’impressionante media di $ 37.776 per schermo nel suo weekend di apertura in uscita limitata al botteghino e ha continuato a incassare più di $ 14 milioni in tutto il mondo. E mentre “Bodies Bodies Bodies” non ha guadagnato quasi l’importo di blockbuster come “Guardiani della Galassia”, Pace credeva che il film avesse delle gambe a lungo termine. Pertanto, Pace ha detto a Looper che sperava che “Bodies Bodies Bodies” alla fine raggiungesse uno status di culto simile a “Pushing Daisies”, sottolineando quanto fosse “terribilmente orgoglioso” del film. “Lo trovo molto divertente e intelligente, quindi spero che il pubblico si diverta”, ha aggiunto Pace. “Vedremo cosa succede”.

ARTICOLI INTERESSANTI SULLO STESSO TEMA: